Commissione parlamentare per il controllo sull'attivita' degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale
XVIII Legislatura
(dal 23 marzo 2018)

Seduta n. 34

(Martedì 14 Settembre 2021)

Scheda di seduta

Martedì 14 Settembre 2021
- sed. n. 34

13:55 -

14:20

Presidenza:

Nannicini

Comunicazioni del Presidente su interventi finalizzati a garantire un giusto ristoro in favore dei medici deceduti o che hanno riportato lesioni o infermità di tipo irreversibile a causa dell'infezione da SARS-CoV-2

Comunicato

Il presidente NANNICINI propone alla Commissione di avviare una riflessione su quali esiti documentali possano derivare dall'attività conoscitiva in atto, in particolare suggerendo la redazione di una relazione che sollevi le principali criticità emerse. Con riferimento alla manovra di bilancio che sta per cominciare, propone di prendere posizione sui temi di competenza della Commissione. Ricorda l'iniziativa legislativa finalizzata a garantire un giusto ristoro in favore dei medici deceduti o che hanno riportato lesioni o infermità di tipo irreversibile a causa dell'infezione da SARS-CoV-2 e, al riguardo, dà la parola alla senatrice Cantù per lo svolgimento di una relazione.

La senatrice CANTÙ svolge una relazione.

Intervengono il PRESIDENTE, i senatori PUGLIA e CORTI e le deputate MANZO e BUBISUTTI.

Il PRESIDENTE prende atto del dibattito e, unendo il suo apprezzamento a quelli precedentemente espressi in favore dell'iniziativa, sottolinea che la Commissione la sostiene in modo unanime, avviando gli opportuni contatti con il Governo affinché possa essere individuato anche un veicolo normativo che consenta di raggiungere l'obiettivo in un tempo più stringente rispetto al normale iter dei disegni di legge. Sollecita inoltre la Commissione affinché assuma una posizione sulla situazione che si è venuta a creare in Enasarco. Ritiene che, senza entrare nel merito dell'attività giurisdizionale e della politica interna all'Ente, sia opportuno prendere una posizione e, a tal fine, mette a disposizione dei membri della Commissione una nota che contiene un'analisi dei fatti e giunge a valutazioni che potrebbero essere inoltrate al Ministero vigilante per segnalare l'opportunità di un commissariamento che eviti all'Ente di incorrere in una situazione di dissesto economico-finanziario.

Intervengono i senatori PUGLIA e CANTÙ.